swimsuit_gale6db79-300x300

Fine della paura della prova costume: ecco gli aggiornamenti su diete e fitness!

Prova costume: pronti a spogliarvi… di ogni remora? Con tutte le diavolerie in tema di dieta e allenamento oggi disponibili, ancor di più tra i milanesi DOC, inutile dire che si può arrivare alla meta, ovvero alla spiaggia, apparendo bene in forma.

Tra l’altro, sempre in fatto di tendenza, per le ragazze oggi si parla di prova trikini… chi non ha ancora questo modello di costume seducente e sempre più in voga?

Un bell'esempio di trikini: l'effetto è molto seducente! (photo: Marie Claire)

Un bell’esempio di trikini: l’effetto (se indossato) è molto seducente! Ma prima studiamo come prepararsi alla prova costume (photo: Marie Claire)

Ma sia per il trikini, sia per i calzoncini da uomo che sconsigliamo vivamente ai maschietti di portare sopra la pancia per un “effetto lieto evento”, o subito sotto, per un “effetto cane Shar Pei”, bisogna prepararsi per bene. Quali sono allora gli ultimi trend per un fisichino bello scolpito? Ormai ogni cittadino di questo pianeta è almeno consapevole che, se non si abbina una sana alimentazione a un corretto esercizio fisico, i risultati non si vedono.

Anche i mitici Minions parlano di diete!

Anche i mitici Minions parlano di diete!

Disciplina militare, fisico da amare

Per una prova costume a testa alta, a Milano sono in molti ad arruolarsi: non mi riferisco alla legione straniera o all’esercito, ma alla new wave dell’allenamento. Il military fitness! Parecchi milanesi sono tra i seguaci di questa disciplina, in particolare, l’associazione www.italianmilitaryfitness organizza allenamenti nei principali parchi cittadini.

 

La nuova moda d'allenamento all'aria aperta: il military fitness nei parchi. Volete fare squadra?

La nuova moda d’allenamento all’aria aperta: il military fitness nei parchi (anche milanesi). Volete fare squadra?

Si lavora tutti in squadra proprio come nell’esercito ma – dicono – non c’è competizione: la durata di ogni sessione è di 60 minuti. Dalle immagini che appaiono sui video mi pare molto simile agli esercizi del Crossfit che io pratico in palestra, ovvero set di esercizi e ripetizioni che puntano molto sulla resistenza. In sintesi, un green fitness (anche se l’aria che respiri in città di green ha ben poco) all’aria aperta bello sfiancante che ti avvicina alla temuta prova con probabili risultati tonici. Astenersi obiettori di coscienza.

22 giorni miracolosi

Nonostante la mia premessa iniziale e la consapevolezza ormai acquisita praticamente da tutti che per dimagrire bene le cose si fanno con calma, eccoci alle solite: stanno per iniziare i weekend al mare e i milanesi (ma non solo) hanno una fretta furibonda di rimettersi in linea. Ergo, perché non seguire la Dieta dei 22 giorni? Creata da Marco Borges, è un programma vegano che promette di perdere fino a 11 Kg in quel pugno di giornate. Ho saputo dalla rete che Jennifer Lopez, Pharrell Williams, Beyoncé e Shakira non hanno potuto farne a meno.

Beyoncé: qui si direbbe prima dei famosi 22 giorni di dieta, ma francamente credo ne potesse fare anche a meno. O no?

Beyoncé: qui si direbbe prima dei famosi 22 giorni di dieta, ma francamente credo ne potesse fare anche a meno. O no?

Però, se vai a leggere tra le righe (perché c’è anche il libro che divulga il verbo), il trucco è adottare abitudini sane per 21 giorni: consumare vegetali e frutta non elaborati, tre pasti al giorno, assumere 80% di carboidrati, 10% di grassi e altri 10% di proteine, fare esercizio fisico ed evitare alcol e bibite dolci e caloriche… e il ventiduesimo ci si ritrova migliorati. Io la chiamerei, se davvero è così, la scoperta dell’acqua calda in 22 giorni, con tutto rispetto per l’autore.

Le diete che fanno bene alla vita e non solo al girovita

Contro i 22 giorni da miracolo, c’è il parere del Dott. Mattson capo del Laboratorio di Neuroscienze presso la John Hopkins University, ricercatore nel campo dei meccanismi cellulari alla base di malattie neurodegenerative. Invece della sovralimentazione o al posto di diete miracolistiche la sua proposta è un digiuno intermittente, breve ma frequente. L’assenza di cibo – abbinato all’esercizio fisico – sfida il cervello e migliora il flusso di energia dei neuroni, ma può anche stimolare la produzione di nuove cellule nervose a partire dalle nostre cellule staminali. Un’astinenza di 24 ore (un paio di volte al mese al massimo) e non una dieta di 22 giorni!

(photo: rd.com)

(photo: rd.com)

Allineata a tutto ciò è la dieta Mima Digiuno del Dott. Longo della University of Southern California, che prevede un digiuno di 5 giorni: il sistema immunitario si rinforza molto, l’organismo ringiovanisce e difende le cellule sane da attacchi patologici. Si ripete ogni 3 o 6 mesi ma è più che necessario sentire il parere del medico! Poi c’è la dieta Smart Food, sviluppata in collaborazione con la Fondazione IEO:

La dieta Smart Food (photo: Rizzoli)

La dieta Smart Food (photo: Rizzoli)

è definita un regime di lunga vita con 30 super cibi che regolano il metabolismo e allontanano il rischio di malattie, mentre si perde anche peso. E infine una dieta molto amata dalle star è quella chiamata SuperSalute.

Una delle diete che piace di più alla gente che piace

Una delle diete che piace di più alla gente che piace

Ideata dal Dott. Gualerzi, ha quattro principi: la cronobiologia, cioè il momento corretto per assumere cibo corretto, la fase detox, i cibi Supersalute dalla forza antiossidante e infine la conoscenza delle potenzialità dei vari alimenti.

Last but not least: la dieta matrioska, un nostro cavallo di battaglia!

Di questa ho già parlato quando scrivevo sul blog Ciabattine e nasce da una divertente vicenda vera. La logica: fare lo “scambio di peso familiare scalare”. Una coppia di miei carissimi amici, con le loro 3 simpatiche figlie, per un matrimonio di parenti, hanno deciso di mettersi a regime. Come? Entrando ognuno nella taglia del familiare leggermente più magro. Soprattutto per le 4 femmine, oltre a ridurre i chili, si è pensato di ridurre anche le spese fashion, poiché ognuna sarebbe entrata nel vestito della successiva.

Il principio della dieta matrioska è facile e originale! (photo:crafthub.com)

Il principio della dieta matrioska è facile e originale! (photo:crafthub.com)

Questo regime, in assenza di una famiglia numerosa, si può mettere in atto con un gruppetto di amiche/amici, ça va sans dire. Per la prova costume funziona di sicuro: anche una matrioska dimagrirebbe volentieri di fronte alla prospettiva di indossare un trikini!

180d32239a635cd230418601f4b3e15d

 

Fonte immagine cover: betterafter50.com

Share this:

Leave a comment