E per un insolito weekend? Vado nel Medioevo!

Avete mai pensato di trascorrere un weekend REALMENTE nel Medioevo? In Lombardia si può e mi fa piacere dirvi che a me è capitato già due volte. Quest’anno poi, questo particolarissimo viaggio nel tempo (che dura tre giorni) festeggia il suo 50° anniversario!

Seguitemi e sono certa che non vi farete mancare questa bella occasione, piuttosto unica nel suo genere, e ideale per tutti, famiglie e bimbi compresi!

Un’isola che però è sulla terra

Sì, sto parlando di un borgo che si trova nella provincia di Cremona: Isola Dovarese. Anticamente, nel 1322, quando Anna Dovara si era maritata con Filippino Gonzaga, il villaggio era entrato a far parte dei territori appunto gonzagheschi. Dalla metà degli anni ’60 si è pensato di fare una rievocazione storica, che nel tempo si è letteralmente trasformata in una ricostruzione del periodo davvero sofisticata. Come nelle feste popolari del luogo, le 4 contrade del borgo, tipicamente rivali, ancora oggi prendono parte a tre giochi storici: la corsa del gallo, quella coi trampoli e il màgher (basato su tiri di precisione).

Un momento de La corsa del Gallo

Un momento de La corsa del Gallo

Quest’anno, l’evento per un vero ritorno al Medioevo, è in programma dalle 19 del venerdì 9 settembre, a seguire dalle 18 di sabato 10 e dalle 11 di domenica 12, sempre fino a tarda sera.

Molto più di un Palio

In effetti sì, è un Palio. Ma quando ne parlo mi sento sempre rispondere “ah beh, come quello di … o quello di…”. Personalmente ho visto altre manifestazioni ovvero altri tipi di Palio, ma in questo caso ritengo che ci sia parecchio di più da vivere e da scoprire, non a caso è un evento celebrato anche a livello internazionale.

Schermata 2016-09-04 alle 22.29.18

Si tratta di un’autentica, totale ricostruzione storica che coinvolge tutti i cittadini e molta parte del borgo. Come? Con un vero tuffo nel passato!

"Quelli" della Contrada di Porta Tenca fanno il tifo per la loro fazione

“Quelli” della Contrada di Porta Tenca fanno il tifo per la loro fazione

Un borgo che rivive le tradizioni del Medioevo

La piccola località si trasforma veramente, ed è subito Medioevo: l’asfalto delle vie viene ricoperto di paglia, si rinuncia nelle contrade alla luce elettrica utilizzando fiaccole e bracieri,

per 3 giorni, fra le strade, zero luce elettrica

per 3 giorni, fra le strade, zero luce elettrica

alcuni negozi si travestono da antiche taverne, che propongono i piatti tradizionali del passato! Si mangiano pietanze in ciotole utilizzando cucchiai, e boccali per bere ogni tipo di bevande.

L'insegna e il menu di due delle taverne

L’insegna e il menu di due delle taverne

Schermata 2016-09-04 alle 22.33.26

Tutti, ma proprio tutti, indossano abiti d’epoca, bambini compresi. Tra le vie si possono ammirare le botteghe degli antichi mestieri, come per esempio quella dell’armaiolo che vende armature.

Una delle botteghe di antichi mestieri

Una delle botteghe di antichi mestieri

Le musiche? Inutile dire che si rispolverano tutti gli strumenti antichi e che i suoni che si diffondo per le strade sono di stampo medievale! E durante le sere, nella splendida piazza gonzaghesca, si allestisce un grande convivio (per il quale bisogna prenotarsi per tempo) animato da spettacoli sfarzosi e suggestivi ricchi di danze, fuochi, sbandieratori, disfide, falconari eccetera.

Avventori di oggi nelle cantine di ieri

Avventori di oggi nelle cantine di ieri

Quattrini, merci e giochi per tutti

E per pagare oltre che l’ingresso, cibi bevande e altre diavolerie, si può utilizzare la normale valuta ma è anche divertente cambiare la nostra moneta con l’antico quattrino dallo zecchiere nella piazza principale. Vi assicuro che non basta un articolo per raccontare le molte attività bel allestite durante l’evento, e per questo vi rimando anche all’esaurientissimo sito da cui ho tratto tutte le immagini, poiché quelle da me scattate non sono assolutamente rappresentative. Ma consiglio a tutti di girare l’intero villaggio, specialmente nelle ore serali che pur essendo le più trafficate e frequentate dal pubblico, sono quelle in cui l’atmosfera è più magica.E poi, non si è solo spettatori, perché tra le contrade ci sono svariati giochi realizzati in legno e ci si può divertire con tante simpatiche sfide… oltre a fare piccoli acquisti di prodotti artigianali.

Per le strade tante occasioni per acquisti di prodotti vari artigianali

Per le strade tante occasioni per acquisti di prodotti vari artigianali

A tal proposito c’è una severa commissione che valuta ogni anno la pertinenza e la coerenza con le merci e l’esposizione di un tempo. Or dunque, dame e messeri: siete pronti a… mettervi in cammino per lo borgo?

Schermata 2016-09-04 alle 22.35.25

N. B. Tutte le immagini sono tratte dal sito ufficiale del Palio http://www.palioisola.it

 

Appuntamento: Isola Dovarese (Cremona)

venerdì 9 settembre dalle ore 19

sabato 10 settembre dalle ore 18

domenica 11 settembre dalle ore 11 – Ogni giorno sino a tarda sera

 

 

Share this:

Leave a comment