Schermata 2017-03-05 alle 14.53.42

Come trasformarsi da Genitori Separati a… Genitori Con-Divisi

Genitori Con-Divisi: da copywriter non posso che soffermarmi sul nome evocativo di questa Associazione – sede milanese e lombarda di Renagese, Rete Nazionale Genitori Separati – perché l’assai celebrato e talvolta abusato termine che la definizione evoca, cioè “condivisione”, qui ha una duplice, interessante accezione. Vuole indicare il fatto che l’attività dell’Associazione non trova il suo focus nel CONflitto tra genitori separati, ma punta fortemente a una COMUNICAZIONE tra le parti, a tutto vantaggio dei figli.

Il logo di Genitori Con-Divisi

Il logo di Genitori Con-Divisi

E inoltre un’AUTENTICA condivisione è garantita ai partecipanti delle molteplici iniziative, affinchè questi genitori, o ancor meglio, tali persone, non si sentano isolate ma vicine ad altre con problematiche che le accomunano. Non è farina del mio sacco, ma questa premessa, e tutto il resto che seguirà, è frutto di un’intervista con la Presidente di Genitori Con-Divisi, l’Avvocato Adriana Massarani, che ho il piacere di conoscere da anni e di cui ho subito ammirato lo slancio e la dedizione a queste attività, che hanno meritato l’attenzione e i fondi dell’Otto per Mille Valdese e del Comune di Milano.

Negli spazi creati dall'Associazione, tra le molte attività c'è anche l'Arteterapia

Negli spazi creati dall’Associazione, tra le molte attività c’è anche l’Arteterapia

La Presidente mi ha subito spiegato l’attività più istituzionale di Genitori Con-Divisi: incontri aperti a gruppi di genitori separati (ma anche ai nonni e agli zii!) che qui hanno l’opportunità di confrontarsi, scoprendo che spesso i propri problemi sono simili a quelli di altri partecipanti. Se per esempio risulta complesso e difficile ascoltare il proprio “ex”, sembra ci sia una maggiore propensione a dar retta e accettare le problematiche di un “ex estraneo” (marito o moglie), scoprendo, senza pregiudizi, il punto di vista dell’altro/a. Il tutto avviene in presenza di psicologi esperti di età evolutiva e di avvocati, come la stessa Massarani, preparati nel diritto di famiglia.

L'avvocato Adriana Massarani, Presdiente dell'Associazione, intervistata in questo articolo

L’avvocato Adriana Massarani, Presidente dell’Associazione Genitori Con-Divisi, intervistata in questo articolo

Proprio per scelta della Presidente, dopo l’incontro si trascorre insieme un’oretta conviviale, in cui chi lo desidera porta biscotti, torte, bollicine… insomma, un modo per allargare il discorso in via informale, creando anche legami spontanei ed eventualmente amicizie. Massarani mi spiega poi che il prossimo progetto (davvero imperdibile, a partire già da questo marzo) sarà quello di creare un gruppo di aiuto dei TERZI GENITORI, un ruolo ormai molto presente nelle cosiddette famiglie allargate. Se pensiamo a quanto sia difficile fare i genitori, fare i terzi genitori è ancora più complesso. E questa iniziativa trasforma un’apparente difficoltà in una risorsa!!

Il tema dei genitori separati è da sempre protagonista nei film di ieri e di oggi

Il tema dei genitori separati è da sempre protagonista nei film di ieri e di oggi

 

CHE SPAZI APERTI A GENITORI E FIGLI!

“Vieni a Casa” è uno dei due progetti di recente realizzati dall’Associazione: questo, in co-finanziamento col Comune di Milano, offre in uno spazio dedicato in via Marsala a Milano, momenti di gioco e studio, arteterapia e supporto psicologico capaci di favorire la relazione genitore-figlio nelle famiglie separate. Con l’aiuto dell’Otto per Mille Valdese, Genitori Con-divisi ha fatto un altro passo direi importantissimo sempre a vantaggio di questo rapporto: ha aperto lo “Spazio genitori e Figli” in via Stampa, nel centro di Milano.

Schermata 2017-03-04 alle 16.36.32

 

Un luogo di gioco e studio – offerto sempre gratuitamente a tutti, come ogni attività di Genitori Con-Divisi – con il sostegno di piscologi, educatori e facilitatori, che può rappresentare la soluzione perfetta per quei genitori, spesso i padri, che desiderino trascorrere del tempo coi propri ragazzi ma che per varie ragioni, economiche e non, non dispongano di uno spazio adeguato. In estate spesso si ritrovano presso parchi e giardinetti, e nelle stagioni più rigide portano spesso i figlioli presso i centri commerciali: ecco quindi che lo spazio dedicato via Stampa per giocare insieme, o per fare i compiti in piena libertà, potrà rivelarsi incredibilmente utile.

locandina Spazio genitori figli Via stampa

Adriana Massarani è soddisfatta della risposta dei cittadini ma ieri ha voluto raccontare questa esperienza presso la Chiesa Valdese di Milano, con l’intento di divulgare di più la notizia e renderla accessibile ai molti genitori che non ne sono ancora a conoscenza o che talvolta non osano chiedere aiuto. È stato bello ascoltare dalla sua voce la proposta e mi ha fatto riflettere il fatto che la rivolgesse proprio alle persone della comunità che con i suoi fondi dell’Otto per Mille, ha la vocazione di sostenere queste iniziative. Un reciproco aiuto, o forse meglio dire, un sostegno alla cittadinanza veramente con-diviso!

Adriana Massarani spiega in Chiesa Valdese a Milano l'iniziativa che offre uno spazio per incontri, giochi e studio a genitori e figli

Adriana Massarani spiega in Chiesa Valdese a Milano l’iniziativa che offre uno spazio per incontri, giochi e studio a genitori e figli

Share this:

Leave a comment