testatina

Il piccolo Segantini fu uno degli "sfortunati" ospiti del Marchiondi

La città dei bambini (sfortunati).

A Milano esiste una città dei bambini, abbandonata! E’ uno di quei posti per ragazzini “speciali”, come lo sono i Martinitt, di cui abbiamo parlato nel primo contributo di questa rubrica. Ebbene oggi i Martinitt e le Stelline, i bambini orfani o in difficoltà, dopo tanto girovagare, hanno, oltre ad un museo, una sede tutta loro in Via Pitteri, in quel di Lambrate. Ma nella vecchia Milano, tra le varie istituzioni assistenziali dedicate all’infanzia disagiata, vi era un luogo chiamato Marchiondi, dal nome del suo fondatore, un padre somasco.

Continue reading

Grisu_

Mamma, io da piccolo voglio fare il…

Qual è il mestiere preferito dal vostro bambino?… Non per quanto riguarda il suo futuro… proprio per oggi! Ma niente paura… non stiamo parlando di certo di lavoro minorile! in realtà ci riferiamo a una bella iniziativa organizzata da una scuola elementare milanese che ha consentito agli alunni di vestire per un giorno i panni di pompieri, farmacisti, giornalai eccetera…

Continue reading

schermata-2015-04-26-alle-16-51-26

Un altro regalo da Ciabattine, un nuovo itinerario milanese con tanto di mappa!

E’ di questi giorni la notizia che il Comune di Milano appronterà in tempi brevi, il completamento della pista ciclabile di Via S. Marco-Melchiorre Gioia collegandola da una parte con il Duomo attraverso un nuovo tratto realizzato su Via Brera e dall’altra andandola a innestare a quella appena inaugurata nel nuovo quartiere di Porta Nuova (con tanto di passerella sospesa).

Continue reading

Naviglio_della_Martesana_La_conca_dellIncoronata1920

Chiuse, conche e barconi: silenzi e rumori del Naviglio di S. Marco

Esiste a Milano un luogo dove il tempo si è fermato al 1960 e dove consiglio di portare i vostri bambini per far vedere come funzionava il traffico a Milano, per circa sette secoli, prima che le strade con le auto invadessero tutta la nostra città. E’ una sorta di parco archeologico, non riconosciuto da nessuno, dove le opere idrauliche che governavano le acque del Naviglio si sono come fossilizzate, provenienti da un’epoca lontanissima, vecchia come il mito di Leonardo da Vinci. Questo posto antichissimo, e pure a noi vicino, è in fondo alla Via S. Marco, all’altezza di quel ponte che un tempo bucava le mura spagnole per farvi passare le acque della Martesana, provenienti dall’Adda.

Continue reading

388_lmd80-00388_01

Quando i ricordi incontrano la storia di Milano… ovvero l’ennesimo omaggio a Milano che crea e distrugge.

Lo scorso venerdì ho accompagnato le Ciabattine a incontrare Morozov, alla presentazione del suo ultimo libro. Naturalmente l’occasione per me è stata ghiotta per “intrufolarmi” nei locali che ospitavano l’avvenimento e cioè la Maison Moschino (ora albergo della catena Nh), nome altisonante per dire l’hotel firmato dall’omonimo creatore di moda. Devo dire che la delusione è stata grande, poiché ero conscio di trovarmi in un luogo che prima di essere un albergo di lusso, dagli interni un po’ kitch, era già stato un pezzo di storia di Milano: la vecchia stazione austriaca della linea Milano-Monza, la seconda tratta ferroviaria d’Italia, in ordine di tempo (aperta nel 1840; la prima fu quella borbonica Napoli-Portici).

Continue reading

Schermata-2013-02-22-a-12.06.12-300x238

Milano, dall'alto dei suoi bassifondi.

Abbiamo visto spesso, con i nostri articoli de La Milano che non si sa, come i destini della città siano stati determinati spesso dai duchi o dalla nobiltà. Ma esiste invece anche un’altra Milano, che ha contribuito non poco a fare grande il carattere meneghino. E’ la Milano della fatica, del sudore, anche quello della miseria e degli ultimi. E di questo voglio parlare oggi…

Continue reading