testatina

eiffel-tower-1784212

Un weekend a Parigi, tra shopping e musei

#parigimonamour. In qualsiasi stagione si vada, Parigi è una città viva, animata. Una città da visitare, da studiare, e di cui innamorarsi. Un fine settimana non è sempre sufficiente, servirebbero almeno quattro giorni: quattro magnifiche giornate per esplorare i luoghi più incantati della città. I primi suggerimenti sono sul come arrivare. Per chi “vuole fare in fretta”, l’aereo è di sicuro la soluzione ideale. E più economica: tante sono le compagnie low cost che coprono il servizio. Un suggerimento: meglio l’aeroporto di Orly o l’hub di Charles de Gaulle, entrambi comodissimi per raggiungere il centro di Parigi in poco meno di un’ora. 

Continue reading

Intervista ad Alessandro Beloli, autore di WAYRA Il Colore del Vento

Ci sono i turisti, e ci sono i viaggiatori. Alessandro Beloli, milanese classe 1988, appartiene decisamente alla seconda categoria. L’abbiamo incontrato un sabato d’inverno, seduti tra le sculture del papà Marco. Col sorriso sulle labbra, e gli occhi di chi – partito ragazzo – è tornato uomo, Alessandro ci ha raccontato i suoi 8 mesi in Sud America. E di come, da quegli 8 mesi, sia nato un libro: Wayra – Il colore del vento.

Continue reading

pexels-photo-106605

Vaso-cottura: svita e gusta con creatività!

In principio era la “conserva casalinga”… oggi è il momento di recuperare una tecnica culinaria che esiste da molto tempo ma che solo recentemente è tornata di gran richiamo: la vaso-cottura. Milano è sempre stata molto attenta e all’avanguardia rispetto alle nuove tendenze food; tanto “avanti” che già nel 2013 se ne parlava in occasione della manifestazione Identità Golose.

Continue reading

15941035_1393778240655043_6701039441910902849_n

A bordo del Bernina Express, per vivere una favola

Tra le gite che si possono fare a poche ore da Milano, quella a bordo del Bernina Express è forse la più magica. Tanto più in questa stagione, quando i paesaggi sono imbiancati e pare sul serio di trovarsi in una favola. Perché quello del Bernina Express – il celebre Trenino Rosso del Bernina che, più che un mezzo di trasporto, è ormai un’icona – è un vero viaggio nel salone delle Alpi. Un itinerario da percorrere almeno una volta nella vita, perché non importa quale sia la vostra età. Che siate adulti o bambini, i vostri occhi si riempiranno comunque di meraviglia.

Continue reading

Oggi Milano fa i conti con la sua memoria

Immagino che molti di voi sappiano che oggi si festeggi il “Giorno della Memoria”, una ricorrenza, una data speciale per ricordare gli eccidi di massa e il tentato sterminio dell’intero popolo ebraico.
Ma cos’è esattamente il 27 gennaio? Ogni anno c’è un 27 gennaio! Vero, ma solo dal 2000, anche l’Italia, per legge, ricorda la data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, da parte dell’Armata Rossa, che frettolosamente, forse troppo, puntava su Berlino.

I russi conquistano il Reichstag, la sede del governo tedesco.

I russi conquistano il Reichstag, la sede del governo tedesco.

La data diventa quindi l’occasione per ricordare la Shoah, e tutto ciò che la storia ci ha insegnato esservi legato, ad iniziare, in particolar modo per il nostro Bel Paese, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini e delle attività economiche ebraiche, gli italiani di religione ebraica che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che si sono opposti al progetto di sterminio, o hanno protetto i perseguitati anche a costo della loro vita.

Milano sta preparando un’infinità di manifestazione ed iniziative in giro per la città, non ultime le installazioni di alcune pietre d’inciampo, ma noi vogliamo ricordare un uomo che è sopravvissuto alla tragedia della deportazione e della reclusione, un individuo che ha avuto la forza di ritornare a casa (a piedi!), ma che ha vissuto la restante parte della sua vita con il grave fardello del ricordo. E’ per questo che, con le parole del nostro amico Alessandro Sorrentino, vogliamo ricordare un ebreo italiano, Primo Levi.

Web

L’Arte contro la corruzione

ARTE CONTRO LA CORRUZIONE

L’arte può essere davvero uno strumento efficace nella lotta alla corruzione?
E’ questa la domanda lanciata da Casa Testori e dalla sua sfidante iniziativa.
Possiamo realmente trovare una risposta alla domanda se l’arte, che spesso a molti appare un mondo parallelo costruito e posseduto da un mondo di “esperti”, incapace di incrociare la durezza del reale, possa invece avere la forza di segnare a fondo il mondo e la società in cui viviamo?
Domanda complessa, a cui l’Associazione che si richiama al grande Giovanni Testori, vuole dare una sua risposta.

Ma in cosa consiste esattamente questa iniziativa?

Continue reading