testatina

26198371_1932317877029483_5880021272522159925_o

Buon anno!

Ancora frastornati dalla sbornia e dalla frenesia di questi giorni di festa (e spesso dal come ci si arriva), affaticati ed esausti per false utilità e per formalità, a volte, oserei dire, superflue, come i milioni di sms di auguri che ci sono arrivati in questi giorni, vogliamo condividere con voi questo pensiero. Riflessioni ancora attuali e anticonformiste, scritte molti (nuovi) anni or sono da Pier Paolo Pasolini.

«Tanti auguri ai fabbricanti di regali pagani! Tanti auguri ai carismatici industriali che producono strenne tutte uguali!

Tanti auguri a chi morirà di rabbia negli ingorghi del traffico e magari cristianamente insulterà o accoltellerà chi abbia osato sorpassarlo o abbia osato dare una botta sul didietro della sua santa Seicento!

Tanti auguri a chi crederà sul serio che l’orgasmo che l’agiterà – l’ansia di essere presente, di non mancare al rito, di non essere pari al suo dovere di consumatore – sia segno di festa e di gioia!

Gli auguri veri voglio farli a quelli che sono in carcere, qualunque cosa abbiano fatto (eccettuati i soliti fascisti, quei pochi che ci sono); è vero che ci sono in libertà tanti disgraziati cioè tanti che hanno bisogno di auguri veri tutto l’anno (tutti noi, in fondo, perché siamo proprio delle povere creature brancolanti, con tutta la nostra sicurezza e il nostro sorriso presuntuoso).

Ma scelgo i carcerati per ragioni polemiche, oltre che per una certa simpatia naturale dovuta al fatto che, sapendolo o non sapendolo, volendolo o non volendolo, essi restano gli unici veri contestatori della società. Sono tutti appartenenti alla classe dominata, e i loro giudici sono tutti appartenenti alla classe dominante».

(Da Saggi sulla politica e sulla società, di P.P. Pasolini, a cura di Walter Siti e Silvia De Laude, Mondadori, Milano, 1999).

 

 

 

 

food-holiday-love-holidays

E TU… DI CHE NATALE SEI?

Oggi più che mai il Natale dei Milanesi non è più solo quello classico. Il numero di italiani che sceglie di seguire regimi alimentari alternativi (vegetariana, vegana, crudista, macrobiotica, fruttariana, ecc.) è in continua crescita. Il Pranzo di Natale è un’occasione davvero speciale. È quel giorno in cui tutte le famiglie si riuniscono intorno allo stesso tavolo, lasciando fuori dalla porta i problemi, lo stress pre-natalizio per la corsa ai regali, la chiusura dei lavori in ufficio. È quel giorno in cui ci si riconcilia un po’ con il mondo. Questo è un po’ lo spirito delle feste. 

Continue reading

Luminarie di Testata

A Milano il Natale è Rainbow!

Sabato 16 dicembre il Natale a Milano è rainbow!
Nella Pride Square di Porta Venezia, tra via Lecco, via Castaldi, Largo Bellintani, torna l’oramai tradizionale appuntamento con il Natale arcobaleno.
Molto, molto di più dei soliti mercatini!

Continue reading

luoghi_palazzo_della_ragione_milano_1760

Tracce dei Longobardi a Milano: la sala e la casa solariata.

Mentre a Pavia si sta svolgendo in questi giorni un’appassionante mostra sulla civiltà longobarda, e potendo contare sul nostro territorio regionale di un ricchissimo sito Unesco dedicato al popolo venuto dal freddo, proprio nel cuore di Brescia, con al centro il magnifico complesso di S.Giulia (il monastero addirittura abitato da Ermengarda, la ripudiata moglie di Carlo Magno, di manzoniana memoria) ci siamo chiesti in varie occasioni cosa è rimasto a Milano di tale tribù barbarica, fortemente influenzata dai costumi latini.

Continue reading

blackfridaylondon independent

Black Friday in Italia: l’affare è fatto?

Il Black Friday è assolutamente Made in USA ma nel tempo ha travolto alcuni Paesi europei per approdare più fast & furious che mai anche in Italia, e particolarmente nella nostra città. Ma molti si chiedono come mai questa scorpacciata di acquisti e offerte (abbastanza) promozionali abbia così rapidamente preso piede… nel nostro Stivale!

Continue reading

Caravaggio Testata

Il respiro del Caravaggio

Fino al prossimo 28 gennaio, a Palazzo Reale, il pubblico milanese (e non solo), potrà ammirare l’eccezionale mostra: “Dentro Caravaggio”, che presenta ben 20 opere del grande maestro, per la prima volta, tutte insieme.
E tra queste, un Caravaggio “ritrovato”, di cui vi parlerò, che rende questa mostra ancora più imperdibile!

Continue reading