Tag archive: human rights

Il 17 maggio sarà la giornata internazionale contro l’omofobia. Perchè si celebra e perché è importante farlo.

Il 17 maggio si celebra in oltre 130 paesi del mondo la giornata internazionale contro omofobia, bifobia e transfobia. L’evento, noto con l’acronimo di IDAHOBIT (International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia), è riconosciuto da numerosi paesi e istituzioni internazionali, tra cui l’Unione Europea. Si svolge in questa specifica data per un motivo ben preciso: un richiamo al 17 maggio del 1990, giorno in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ufficialmente rimosso l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali. In questo giorno si svolgeranno mobilitazioni, sit-in e incontri con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul riconoscimento e la difesa dei diritti umani, indipendentemente dall’orientamento sessuale, identità o espressione di genere. Alcuni si chiedono quale sia il senso di questa giornata e perché vada celebrata. Vi spiego perché, dandovene le ragioni, richiamandomi anche ad alcune esperienze vissute in prima persona, perché la vita, in fondo, chiarisce meglio di mille parole.

Continue reading

Una testimonianza LGBT dalla Bielorussia: inquietanti similitudini

Poco tempo fa ho avuto il piacere di partecipare all’incontro svoltosi presso la libreria Antigone di Milano, durante il quale l’attivista bielorusso Andrei Zavalei ha dato la sua testimonianza sulla situazione delle persone LGBT nel suo paese. Ho sentito dentro di me il dovere di contribuire, nel mio piccolo, a diffondere le parole di Andrei. Questo per due ragioni. La prima è per ricordare che i diritti acquisiti non si devono mai dare per scontati. La seconda è che vi sono alcune risposte (che sono poi non risposte) da parte della politica, che rendono Italia e Bielorussia inquietantemente simili.

Continue reading

Yuri Guaiana racconta l’emergenza in Cecenia

Il New York Times ha espressamente parlato di pogrom.
Così è stata definita la situazione  vissuta dalle persone LGBT in Cecenia, che non ha eguali nella storia recente d’Europa.
Ne ha parlato di recente Yuri Guaiana, attivista membro del board di ILGA-Europe, ex segretario di Certi Diritti e campains manager dell’associazione ALL OUT, per conto della quale l’11 maggio si trovava a Mosca per consegnare  proprio una petizione contro le torture degli omosessuali in Cecenia.
Per questo è stato arrestato e – per fortuna – poco dopo rilasciato.
Cerchiamo di capire, grazie alla testimonianza diretta di Yuri nell’ambito di un incontro organizzato da 02PD presso Leccomilano in Porta Venezia, qual è la verità del dramma ceceno e perché questa situazione riguarda tutti.
Anche noi!

Continue reading